Notizie

Palermo e i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

Incontri, performance, letture. Lunedì 10 dicembre ricorre il 70esimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e in città si svolgeranno numerosi eventi patrocinati dal Comune di Palermo. Si inizia la mattina del 10 a Palazzo Comitini con l’iniziativa organizzata dall’associazione Come una Marea Onlus in collaborazione con l’associazione Ghenos con una riflessione sui fenomeni di violenza di genere in cui le vittime sono uomini, immigrati e disabili.
Nel pomeriggio (h 18,30) al Museo Salinas, la stessa associazione presenta “Voci e suoni in Libertà. Spunti per leggere il presente” a cura di AFD International. Un racconto in versi “Zanabdul in viaggio” adattato e recitato dall’attore italo – marocchino Abdellah Ajouguim, accompagnato dal musicista Renato Tapino. La performance si compone di 4 brevi monologhi. I primi tre hanno come tema la violenza sulle donne, la paura dell’altro, il dubbio tra accoglienza e rifiuto dell’immigrato… Nel quarto monologo, con leggerezza e ironia, sarà affrontato, invece, il problema atavico della fame, visto e trattato alla maniera della commedia dell’arte da Zanabdul, il povero servo metà italiano e metà marocchino. Aziz Beloudi Presidente AFD Italia conclude l’incontro.
L’iniziativa, ha anche il patrocinio della Città Metropolitana di Palermo, Museo Salinas-Polo regionale di Palermo, e della RIDE – Rete Italiana per il dialogo Euromediterraneo capofila italiano Anna Lindh Foundation e nasce in partenariato con LIFE and LIFE OnlusAFD International e Associazione Giuriste Italiane.

All’ex chiesa di San Mattia, Noviziato dei Crociferi, la Consulta della Pace celebra il 70esimo della dichiarazione dei diritti umani con un concerto dell’ensamble e coro di voci bianche del “Teatro dei ragazzi – Palermo” diretto da Marta Pasquini. Maestra del coro Pia Tramontana.

All’Auditorium Rai, a partire dalle 15, sarà di scena un evento pensato dall’associazione Marco Sacchi con il patrocinio del Comune di Palermo, l’Ordine dei Medici di Palermo e l’Associazione Italiana Donne Medico di Palermo.  “Andremo oltre un semplice ricordo,  oltre una semplice lettura – spiega Rosalba Muratori, presidente dell’Associazione. Non bisogna dimenticare quanto è stato conquistato, quello che c’è da conquistare e quanta strada c’è ancora da fare. Il 10 dicembre 1948 sancisce la centralità dell’essere umano, il diritto a vivere in un mondo sano, giusto, in pace. Un messaggio di fondamentale importanza, oggi più che mai”.

Gli studenti dell’Istituto Magistrale Regina Margherita Palermo, attori, pazienti, medici e amici dell’associazione Marco Sacchi leggeranno i trenta articoli della Dichiarazione Universale. Dopo il reading si affronteranno temi legati all’ambiente, alla salute e alla giustizia attraverso vari strumenti  narrativi, dal docufilm alla drammatizzazione teatrale.
Alle 19, invece, da Piazza Verdi prenderà il via la fiaccolata “Diritti a testa alta” organizzata da Amnesty International, Oxfam Italia, Caritas, Actionaid e Emergency.