Notizie

Capodanno a visitare palazzi, mostre e musei. Ecco dove andare

Sono tante le mostre e i luoghi d’arte che restano aperti per il primo giorno del 2019, come avviene in ogni altra città europea. La più prestigiosa è sicuramente quella su Antonello da Messina in corso all’Abatellis. Un modo unico per iniziare l’anno nuovo potendo ammirare a distanza ravvicinata circa la metà delle tavole conosciute (o attribuite) al grande pittore del Quattrocento (visitabile dalle 9 alle 19).
Aperta anche la Gam con la mostra dedicata ad Antonino Leto, visitabile dalle 9,30 alle 18,30; mentre alle 16,30 è previsto un tour guidato incluso nel biglietto. Nel periodo delle vacanze, inoltre, il museo propone laboratori ludico-didattici per bambini da 6 a 10 anni, dedicati al paesaggio nell’arte:  un approccio interdisciplinare che unisce arte, ecologia, natura e manualità in un’atmosfera giocosa. Il Complesso dello Spasimo resterà aperto dalle 9,30 alle 15,30, il 31 dicembre; dalle 9 alle 14 il primo giorno dell’anno; e dalle 10 alle 18, il 6 gennaio per la festività della Befana.  Aperti anche i Cantieri Culturali alla Zisa dalle ore 9 alle 19 per l’apertura del Centro Internazionale di Fotografia che ospita le foto di Koudelka.
Dalle 9 alle 18, si potrà anche visitare anche la mostra sulla Natività nella cappella del Marvuglia del museo Pitrè che tra le cento manifatture esposte annovera anche il presepe in legno e cartapesta di  statuine di Giovanni Matera. I musei regionali saranno aperti domenica e per Capodanno fino alle 13. A Palazzo Bonocore è visitable anche la mostra multimediale Modigliani experience fino alle 20,30.