Eventi internazionali

Pirrotta e il Teatro Biondo a Buenos Aires portano in scena la vita di mare

Il Teatro Biondo di Palermo sarà a Buenos Aires nei prossimi giorni, su invito dell’Istituto Italiano di Cultura, per partecipare a un progetto dedicato al teatro di Vincenzo Pirrotta.

Domani 6 e venerdì 7 settembre Pirrotta terrà due lezioni nell’ambito del corso universitario di letteratura italiana tenuto dal professor Alejandro Patat, durante le quali parlerà della sua trilogia Sacrestia, Malaluna e Ballata delle Balate e del suo rapporto con Pirandello.

Il 12 settembre andrà in scena lo spettacolo, prodotto dal Biondo, N’Gnanzo’ù – Storie di mare e di pescatori, che Pirrotta ha scritto ispirandosi ai racconti dei pescatori delle tonnare siciliane. Sul palco, insieme a Nancy Lombardo e Luca Mauceri, l’attore rievoca le atmosfere delle vecchie tonnare di Favignana e Trapani. Lì durante la preparazione della mattanza, nell’attesa che arrivino i tonni, il “raisi”, il capopesca, narra la sua vita. Un’attesa scandita da un faticoso lavoro in  cui, come in un particolarissimo rosario, si sgranano racconti, paure, gioie, aneddoti dalla comicità prorompente, storie di mare. Nel finale arrivano i tonni, bisogna prendere l’arpione, alzare la camera della morte, comincia la mattanza. La scena è disegnata da Emanuele Luzzati.

Con questa iniziativa, il Teatro Biondo conferma il proprio impegno nella valorizzazione e promozione della drammaturgia e del teatro siciliani all’estero. L’appuntamento a Buenos Aires, si unisce così alle tournée internazionali di Emma Dante; al debutto di Lampedusa Beach di Lina Prosa a Bruxelles e Mosca; alle produzioni degli spettacoli di Gigi Borruso e Civilleri-Lo Sicco, sui palcoscenici francesi e inglesi.