Eventi internazionali

I più grandi filosofi a confronto sul Mediterraneo. E a Palazzo Mazzarino, i miti diventano arte

Si apre domani il convegno internazionale “Philosophies in the Mediterranean Yesterday and Today” che vedrà arrivare a Palermo i più importanti filosofi a livello mondiale in materia di filosofie del Mediterraneo. In occasione del Convegno, l’associazione Fucina Social Club e l’associazione Visioni Future presentano, nelle antiche cucine di Palazzo Mazzarino a Palermo, un progetto site specific dell’artista Fabrizio Cotognini dal titolo analogo: “Le filosofie del Mediterraneo ieri e oggi: pensieri collettivi od ossessioni individuali?”. Una mostra ad ingresso gratuito, visitabile dal 9 settembre al 4 novembre 2018, da lunedì a venerdì (ore 15.30 – 18.30).

Il progetto intende indagare il territorio delle “Mitologie Individuali”. Partendo dall’età classica e dalle sue manifestazioni artistiche e culturali, sedimentate nell’archeologia e nella storia della filosofia, il progetto intende trasformare e riscrivere il modo in cui l’immaginario contemporaneo percepisce i miti e le filosofie del mondo classico.

L’intento, in particolare, è quello di mettere in dubbio, come è tipico del XX secolo, le filosofie classiche come espressioni di pensieri universali, interpretandole artisticamente come ossessioni individuali.

La realizzazione del progetto site specific avviene all’interno dei locali delle antiche cucine di Palazzo Mazzarino a Palermo. Si tratta di un intervento silenzioso, dove preziosi disegni contemporanei, contaminano incisioni storiche, innestandosi perfettamente nel caratteristico ambiente delle cucine. Il risultato è la costruzione di un potenziale e ironico Olimpo contemporaneo, dove arcaico e contemporaneo si fondono.

Il progetto è composto da 8 lavori, realizzati su incisioni originali della metà dell’Ottocento, montati su cornici/basamento di 12 cm. Promossa e organizzata da / Promoted and organised by: Visioni Future. Con la collaborazione di / With the collaboration of: Fucina Social Club Con il sostegno di: Ianus – servizi archivistici.